Stampa
10
Dic
2007

UDINESE SAMPDORIA: CASSANO QUAGLIARELLA SPETTACOLO

Pin It

Udinese Samp con un solo titolo: Udinese si conferma quarta forza del campionato,trascinata da Quagliarella batte la Sampdoria per 3 a 2 a cui non è bastato un ottimo Cassano.Udinese Samp una partita da sballo, bella dove la differenza l’hanno fatta il passato e il presente blucerchiato: Quagliarella e Cassano. La Samp dopo che  lo scorso hanno aveva battuto molti avversari,  al Friuli è stata condannata dall’ennesimo bel gol di Quagliarella, che i gol normali non riesce proprio a segnare. Dispiace che il pareggio la squadra di Mazzarri l’abbia subito in contropiede e mentre prima di quel gol  aveva ribattuto azione su azione il gioco  dei friulani.

 La svolta della partita l’uscita di  Cassano al 21’ del secondo tempo, i suoi compagni non si sono sentiti più protetti dalle giocate del compagno che teneva in allarme tutta la difesa e centrocampo dell’Udinese,  Quagliarella, si è liberato del complesso di confronto e d’inferiorità  con il  barese ed ha infilato la Samp per ben due volte, senza esultare , ma sorridendo al terzo gol.

Cassano show al Friuli, avrà il suo carattere dentro e fuori del terreno del gioco, ma sembra imprescindibile per questa Samp. Replica la gara con la Reggina e da solo riempie con le sue giocate di lividi la difesa dell’Udinese producendo:  spettacolo, rigori, punizioni ed assist per il gol di Maggio. Contro l’Udnese La Samp ha ritrovato gli esterni con Maggio ,padrone della corsia di destra e con Pieri, che oltre i salvataggi sulla riga, ha messo in atto  buone diagonali difensive.

Adesso inizierà la telenovela chi andrà agli Europei tra Cassano e Quagliarella. Secondo il mio modesto parere, dovrebbero andare e di corsa entrambi per rendere più bello il nostro povero calcio.
Brucia la sconfitta dei blucerchiati ad Udine. La Samp ha perso una buona occasione per avvicinare l’Europa e le grandi, ma già domenica prossima potrà prendersi la sua rivincita contro la Fiorentina al Ferraris. Con  un Cassano così, le strade del gol sono infinite. 

                                                            Lino Marmorato