Stampa
03
Set
2007

UN PRATO BRUTTISSIMO FA STRAPPARE AL GENOA SOLO UN PAREGGIO CON IL CATANIA

Pin It
Catania Genoa, nulla di clamoroso al Cibali, anzi qualcosa si. Non sono riusciti in sette mesi di astinenza di calcio preparare un terreno di gioco normale e decoroso per una partita di calcio, da Serie A.
Catania Genoa risultato ad occhiali bruttino, che il Vecchio Balordo ha vinto ai punti con un palo ed un gol annullato.
Importante il punto di Gasperini in Sicilia, bisognava muovere la classifica e lasciare lo zero in classifica dopo due giornate di campionato.
Genoa con il 3 4 3 sulla carta ad inizio gara, ma mascherato, Fabiano ha fatto il terzino sinistro contro Mascara, l’uomo in più dei catanesi in quel di Parma.
Studiata bene la partita a tavolino da Gasperini bloccare Capitan Baiocco con Bega e Giacomo  Tedesco con Juric, lasciando qualche piccolo spazio a Milanetto guardato a vista da Izco.
La partita si è giocata molto sul centrocampo, impossibile giocare sulle corsie laterali, senza erba e piena di buche, ne ha sofferto il gioco d’attacco con PapaWaigo inventato centravanti ma bloccato dalla morsa dei centrali rosazzurri e Di Vaio isolato in avanti. Sculli sulla destra fungeva da quarto di centrocampo.
Nella ripresa Gasperini ci ha provato a vincere non immettendo punte come Leon e Figueroa, che finalmente ha respirato l’aria del campo, ma con l’innesto di centrocampisti Danilo all’esordio Rossi che fungeva da terzino con licenza di spingere. Genoa schierato con un 4 5 1 con PapaWaigo unica  punta. In molti hanno pensato ad una mossa per mantenere il risultato ad occhiali, visti gli effetti studiata per vincere con la velocità dei giocatori schierati: Mossa riuscita perché metteva alle  corde la squadra di Baldini che sbraitava dalla  Tribuna,arrivato anche il gol annullato anzi autogol, da Rizzoli per presunta spinta di Danilo al difensore etneo.
Genoa da rivedere , ma alla ripresa  con il Livorno, dopo la sosta della Nazionale ,Gasperini stranamente muto, avrà a disposizione  Coppola,Bovo  e con un Figueroa  con due settimane in più di allenamento. Serve il delantero argentino, il Genoa non segna, visti i discorsi estivi delle sei punte un paradosso.La  difesa regge e bene con Bega De Rosa, buono il suo rientro, Lucarelli, tanto vituperata durante le gare amichevoli estive.

IN COLLABORAZIONE CON RADIO NOSTALGIA

Lino Marmorato