Stampa
22
Ott
2010

VERSO CATANIA GENOA E INTER SAMPDORIA

Pin It

Genoa Catania.  In casa rossoblu in una settimana si sono persi per un mese  per stiramento ai flessori prima Palacio contro la Roma e dopo Kharja contro il Grossetto in Coppa Italia Tim.
A Pegli si riparte, dopo la qualificazione in Coppa Italia,  dalle parole di Gasperini per affrontare il Catania domenica pomeriggio al Ferraris:” contro il Catania sarà un’altra partita, contro il Grosseto ha giocato una squadra assemblata per la prima volta, cercavo risposte da parte di chi aveva giocato meno”.


Parole non gradite da giocatori in campo con i maremmani e  provenienti da esperienze europee.
Nello spogliatoio rossoblu al Pio Signorini   rimbombano  anche le parole di Preziosi al termine dell’incontro di Coppa Italia: “Non parlo perché potrei essere male interpretato o forse bene interpretato…”Ai posteri la sentenza.
Genoa Catania non sarà un bivio per nessuno , ma all’ottava giornata di campionato  tra i tifosi e nello staff tecnico dirigenziale rossoblu si aspetta la svolta per il Vecchio Balordo  del campionato 2010/2011.
Gasperini deve rimodellare il centrocampo con Veloso, Kharja ai box.
Milanetto farà l’ennesimo sacrificio in rossoblu e rischierà il suo polpaccio destro contro gli etnei.
Da scegliere il compagno di Milanetto a centrocampo  e considerato  l’assetto tattico del Catania di  Giampaolo un 4 1 4 1 : organizzato in difesa , poderoso sulle corsie esterne e di tanto movimento e pressing a centrocampo, nessun stupore  se Gasperini puntasse sulla corsa e sulla duttilità di Rossi, Rafinha e Mesto contemporaneamente, con l’esclusione di un difensore. Piccole chance per Zucolini.
Dainelli e Ranocchia  sono in grado di mettere la “museruola” all’unica punta etnea   Maxi Lopez, bomber  con le polveri bagnate in questo inizio di campionato.
Particolare attenzione negli allenamenti di oggi e di domani Gasperini la dedicherà ai palloni inattivi del Catania: 8 gol realizzati in campionato di cui 5 su calci da fermo.
In attacco conferme per Toni e Rudolf, ballottaggio tra Palladino e Sculli, ma dopo i 120’ di giuoco contro il Grosseto di Palladino il favorito e Beppe Sculli.
Da Catania notizie buone per il tecnico etneo: rientra Carboni il titolare play maker davanti alla difesa . Solo un ballottaggio tra Ricchiuti e Gomez sull’out della corsia sinistra.
Arbitra Russo di Nola, reduce da uno stop di un mese dopo gli errori in coabitazione con l’assistente Ayroldi, colui che aveva rovinato Rosetti al Mundial in Sud Africa, in Brescia Roma del 22 settembre scorso.
PS: Il Capo della Polizia Manganelli ritiene il Feraris,  anche se a norma,  uno  Stadio inadeguato dopo i fattacci di Italia Serbia, dimenticandosi acutamente degli incidenti avvenuti dal pomeriggio nel centro di Genova…
Caribbean Ferraris:  arrivano le lampade per scaldare il manto erboso.
 
 
Samp dal pomeriggio al lavoro con  capoccia  all’Inter di Benitez, dimenticandosi subito del Metalist.
Con Lucchini squalificato sarà Volta a cercare di fermare Etò o.
Difficile il  recupero di Semioli,  Koman, Guberti e Mannini si giocano un posto per la sua sostituzione che dovrà essere ben ponderata da Di Carlo dopo la grigia prestazione dei tre calciatori in Ucraina.
Marilungo contro il Metalist si è guadagnato i gradi di titolare per giocare contro l’Inter nel posticipo della ottava giornata  di campionato.
Rientrano dal riposo europeo Palombo e Pazzini.
Inter: perde Stankovic, ma recupera Cambiasso e Pandev contro i blucerchiati .
Inter Samp sarà diretta da Orsato di Schio. 

                                                                   Lino Marmorasto