Stampa
28
Gen
2011

VERSO GENOA PARMA

Pin It

Genoa Parma.  Anche nella partita in famiglia di ieri il Genoa ha continuato ad essere “anemico” di tiri e di gol. I tiri si contano sulle punte delle dita della mano per entrambe le squadre schierate da Ballardini con il 4 4 2 . Per i verdi,  gol di Palacio sul finire della partita, per i bianchi traversa di Veloso, due tiri fuori dallo specchio della porta(uno per parte) una sola parata di Scarpi e nessun intervento di rilievo di Eduardo.
Le novità Konko laterale di centrocampo a destra, Floro Flores seconda punta con Paloschi.
Dalla partita amichevole è emerso che Konko a destra e Rossi a sinistra permetteranno,si spera, una difesa più alta per attaccare meglio: Bubu e il Capitano sono abili e pronti,  bravi, unici nello scacchiere rossoblu,   con la corsa a fare diagonali difensive importanti. 
Anche nella partita di ieri si è avuta l’impressione che  la geometria “euclidea” sulla ipotesi delle parallele perfette (tattiche precise) , nell’attuale calcio renda poco. Ballardini attualmente la può utilizzare perfettamente con gli esterni che si ritrova a disposizione per attuare il 4 4 2 , ma Floro Flores e Palacio dietro all’unica punta potrebbero essere demolenti delle difese avversarie se supportati da un centrocampo di gamba e di intelligenza.



Preziosi è anche alla ricerca del trequartista ? Una squadra se lo può permettere ed investire ,  solamente se è abile  , in altre parole, se rende sicuro un assodato  numero di gol da solo, e altrettanti assist gol.
A prescindere  dagli “sgobb” cittadini…un’attaccante centrale lo devi mandare in campo anche se non hai gli elementi all’altezza nella tua rosa.
Il calciatore  che nel nell’attuale campionato da solo o in coppia sa muoversi tra le linee  è diventato decisivo nel mettere in crisi le difese avversarie schierate in modo scolastico e vulnerabili dall’imprevedibilità.
Contro il Parma qualche ballottaggio per il tecnico rossoblu: in difesa tra Rafinha e Mesto ed in attacco tra Destro e Floro Flores , a meno che “ Balla” non vuole ritentare la carta Jankovic nella quattro di centrocampo,  con il rischio  di ballonzolare  contro il 4 3 3 camuffato del Parma.
Da Parma il tecnico Marino recupera per il centrocampo Dzemaili e lo svizzero aumenta un altro ballottaggio per i ducali dopo la partita di Morrone contro il Palermo in Coppa Italia mercoledì sera.
Gli altri dubbi del tecnico Marino chi sostituirà Zaccardo squalificato. L’ipotesi Gobbi a destra non ha tanti estimatori considerato che il piede destro l’ex giocatore della Fiorentina lo usa solamente per scendere dal letto.
Probabile il ritorno di Angelo(utilizzato fino adesso nel tridente d’attacco) nel suo ruolo di nascita e ballottaggio    tra  lo stesso Gobbi e l’ex rossoblu  Modesto per la corsia di sinistra difensiva. Con Angelo terzino dentro Palladino voglioso di lasciare il segno al Ferraris.
Dirige Pierpaoli di Firenze. Pierpaoli torna in A dopo  due turni di stop in seguito all’errore in Lazio Lecce e il gol  annullato ai salentini e le proteste della Lazio sconfitta all’ultima giornata del girone di andata all’Olimpico di Roma.
Il fiorentino dirige il Genoa prima di Fiorentina Genoa gara in programma mercoledì  prossimo per il turno infrasettimanale;  a Marassi domenica  sarà  accompagnato dal secondo assistente Ciancaloni di Foligno, della Can B,  il primo è Carrer di Conegliano Veneto.
Per una partita importante da  coefficiente 3 Braschi poteva scegliere meglio !

( LINO MARMORATO)