Stampa
09
Apr
2011

VIGILIA DI JUVENTUS GENOA E SAMPDORIA LECCE

Pin It

Juventus Genoa. Alla Juve a 7 giornate dal termine del campionato  scoprono dopo averne  giocato 33 giornate  che possono giocare anche  senza il 4 4 2 integralista. La conferma viene da Marchisio.
La paura alla vigilia della partita è il caldo torrido che è calato su  Torino, previsti 30° domani all’ora della gara.
In campo recupera Motta, Buffon migliora ma dovrebbe andare in tribuna, Del Piero invece si candida ad un posto in panchina. Al posto di Grosso squalificato giocherà il francese Traorè.
La probabile formazione dei bianconeri con conferma tattica del  4 2 3 1 : Storari tra i pali, Motta(Sorensen), Bonucci, Barzagli Traorè in difesa , Aquilani, Felipe Melo davanti alla difesa , Pepe Krasic, Marchisio alle spalle di Matri unica punta..



Genoa: altro allenamento alle ore 11. Alle 10.30 ha parlato Ballardini .  le notizie non sono state incoraggianti: Palacio più no che si ed oltre la botta alla coscia ha un principio di pubalgia, per gli altri la conferma che Rafinha, Destro e Veloso rimarranno ai box.
Il tecnico ha aggiunto anche poche speranze per il Kucka contro il Brescia.
Konko giocherà a centrocampo e Antonelli a sinistra.
Convocherà due  giovani : Jelenic e Doninelli , il sottoscritto aggiungerebbe anche Polenta.
Il Grifone per strappare un risultato positivo all’Olimpico di Torino, oltre ad avere la carica giusta non voluta  ma pretesa da Preziosi alla fine della gara con il Cagliari, dovrà gestire la calura con un atteggiamento d’attesa, anche non mettendo in mostra un giuoco scintillante, saltare il centrocampo juventino con lanci dalla difesa ed approfittare della mancanza di Chiellini  e  del momento non  bello di Bonucci e Barzagli, centrali che hanno “ballato” contro gli attacchi della Roma domenica scorsa.
Eduardo in porta, Mesto, Dainelli, Khalazde  ,Moretti in difesa, Rossi, Konko, Milanetto, Antonelli, a centrocampo,  Paloschi e Floro Flores la probabile formazione rossoblu con Boselli pronto a  subentrare in attacco e il probabile lancio di un giovane a centrocampo nella ripresa.
Arbitra Guida di Torre annunziata.
 
Sampdoria Lecce.
Cavasin aveva la rosa quasi al completo ,escluso Semioli, per giocarsi lo spareggio salvezza con il Lecce ma l’allenamento di ieri ha messo Ko Lucchini, pronto Martinez a sostituirlo.
Per l’anemia da gol  blucerchiata che dura da più di 270’, Cavasin si affida alle parole  e a Pozzi, non al meglio: inizierà la partita e dopo ci sarà staffetta con Biabiany o Macheda.
Confermato il modulo 3 5 2 con ballottaggio a centrocampo tra Tissone/Dessena favorito l’argentino.
Curci in porta , Volta, Gastaldello, Martinez in difesa, Mannini, Tissone, Palombo, Poli, Ziegler a centrocampo Pozzi Maccarone in attacco.



Lecce: si cambia o si bluffa tatticamente  in casa del Lecce.
Ieri spavaldamente annunciavano un 3 4 1 2 , ma la non convocazione di Ferrario e Gustavo in difesa e le non buone condizioni di Jeda potrebbero far decidere a Mister De Canio un Lecce più prudente con 4 5 1, o 4 4 2 perché Jeda giocherà.   
Non contano  i numeri tattici conteranno le motivazioni contro i blucerchiati e Tomovic da tesserato genoano in prestito al Lecce ha dichiarato : “Da genoano, un successo in casa della Samp avrebbe un sapore speciale”.
Rosati in porta, Donati, Tomovic, Fabiano, Meshab in difesa, Munari, Vives, Bertolacci, Olivera a centrocampo , Di Michele e Jeda in attacco.
Se sarà  centrocampo a 5 con l’inserimento di Giacomazzi,  non mancherà il movimento dei pugliese: Bertolacci e Olivera difficile considerarli dei mediani.
Pugliesi a Genova da ieri, stamane allenamento di rifinitura alla Sciorba, nella tana del settore giovanile genoano.    Arbitra Tagliavento di Terni.    ( LINO MARMORATO)