Stampa
01
Ott
2011

Vigilia di Parma Genoa.

Pin It

altPer i ducali , il suo allenatore Colomba è già tempo di processi . I giocatori in coro dicono di aver pazienza e vedere come va avanti il campionato. Annunciano di voler ricominciare da domani perché con una vittoria tornerebbe tutto

alla normalità. Il tecnico Colomba potrebbe cambiare modulo con il Genoa , ma alla fine in qualsiasi modo schiererà la squadra , sarà sempre un 4 4 2 . La probabile formazione del Parma, con il solo dubbio l’ex Modesto in campo .

Mirante in porta, Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Gobbi in difesa, con il centrocampo a tre Morrone, Blasi, Galloppa, Biabiany, Floccari Giovinco in avanti, con Modesto in campo fuori Blasi e l’ex colored blucerchiato sulla linea mediana. Genoa : Malesani ha una convinzione : “ “Il sistema di gioco non ti fa vincere le partite ma è l’atteggiamento dei giocatori che scendono in campo a fare la differenza”. Dopo la gara con il Chievo vuole una risposta da tutti. Per effettuare qualche cambiamento nell’assetto, perché nel calcio moderno meno punti di riferimento dai all’avversario e meglio è, aspetta Ze Eduardo. Contro il Parma conferma la squadra di Verona con le uniche varianti dentro Rossi con Bovo spostato al centro della difesa ed un unico ballottaggio Moretti Antonelli. Nella scelta del terzino sinistro qualcosa dipenderà anche dall’assetto dei Crociati: Biabiany alto o basso ?

Malesani conferma i tre centrocampisti, perché crede nella loro crescita sul campo e nella loro carta d’identità: giudicando il centrocampo del Genoa ci si dimentica che la media è di 23 anni.

Malesani crede in Costant perché è consapevole che il passaggio dalla serie B francese(Chateauroux), al Chievo(oasi felice del calcio italiano) ad una piazza come il Genoa, del nazionale della Guinea possa aver lasciato qualche piccola problema di ambientamento, come per un calciatore estero calatosi per la prima volta nel campionato italiano. In attacco parte in formazione Caracciolo arriva Pratto, con Jankovic pronto a sostituirli, , se ci sarà da creare superiorità numerica con un attacco mobile. Sarà importante dare un occhio particolare a Zaccardo terzino emiliano , marcandolo ad uomo: i suoi inserimenti alle spalle della difesa rossoblu sui palloni inattivi hanno sempre creato grattacapi al Vecchio Balordo. F

ormazione Genoa: Frey in porta, Rossi, Bovo, Khalazde(un’altra giornata di lavoro sporco in uscita su Giovinco quando giocherà tra le linee), Moretti(Antonelli) in difesa, Kucka, Veloso , Costant a centrocampo , Jorquera alle spalle di Palacio e Caracciolo in avanti. Dirige Damato di Barletta .Cresciuto con il Genoa dalla C, lanciato alla Can da Claudio Pieri, fine intenditore di arbitri, fino a diventare internazionale lo scorso anno a Gennaio.( Lino Marmorato)