Stampa
26
Mar
2018

I trend 2018 per l'illuminazione della cucina

Pin It

Il bianco è il punto di riferimento assoluto per ciò che riguarda i trend dell'illuminazione di questo 2018: complice il ricorso a led sottopensile e lampadari, la ricerca di luci chiare sarà uno dei motivi più significativi per l'arredamento dei prossimi mesi. Per gli interior designer, la cucina si deve presentare come un ambiente solare e luminoso al tempo stesso, tale da garantire un'atmosfera il più possibile accogliente: per questo motivo, non ci possono essere dettagli che rimangano in ombra, a prescindere dallo stile di arredamento con cui si ha a che fare: può essere in legno classico o di ispirazione nordica, ma anche minimal o contraddistinto da un design moderno. L'importante, insomma, è che la luce sia in grado di accolgere tutte le parti della cucina.

Il ruolo dei lampadari

Ecco perché ai lampadari viene attribuito un ruolo così importante, in una cucina che si preannuncia eco-sostenibile: il che vuol dire che sarà basata su arredi realizzati con materiali non tossici e, in più, consumerà poco, grazie al led scelto per l'illuminazione. La tendenza principale sarà rappresentata dal bianco, mentre il legno sarà il materiale naturale per eccellenza che orienterà tutte le scelte, complice la ricca varietà di sfumature che mette a disposizione, dal rustico al classico. Un altro materiale impossibile da sostituire sarà il cemento: insomma, per l'illuminazione e per ogni altra proposta di arredamento la tecnologia collaborerà in modo significativo con la materia.

I nuovi trend per il 2018

In cucina, come noto, i fornelli e il piano di lavoro devono essere illuminati dalla cappa: ma c'è bisogno anche di altre luci. Una proposta interessante è quella che chiama in causa i lampadari moderni in sospensione, che fanno dell'efficienza il proprio punto di forza: oltre a essere eleganti dal punto di vista estetico, sono direzionali e, proprio per questo motivo, assicurano sul tavolo una resa ottimale. La tecnologia led è ormai un must, mentre i vari punti luce a sospensione possono essere regolati in maniera separata.

I materiali e l'efficienza

I richiami a materiali originali, diversi dal solito e innovativi sono un'altra costante dei lampadari destinati alla cucina in questo 2018: la corda o la canapa offrono due esempi, tra i molti possibili, di come sia richiesto e desiderato un approccio estremamente naturale nei confronti della casa e della cucina in particolare. Un ruolo di primo piano spetta ai modelli vintage, apprezzati sia in un contesto rustico che in un arredo più contemporaneo: l'eventuale effetto di contrasto che ne deriva permette di stupire.

Entrando più nel dettaglio, le luci sottopensile sono destinate a rimanere accese per lungo tempo, visto che devono essere utilizzate ogni volta che si cucina o si prepara un piatto: ecco perché è consigliabile che siano il più possibile efficienti e offrano il massimo risparmio energetico. Insomma, non c'è soluzione più indicata dei led sottopensile, che assicurano una distribuzione eccellente dell'illuminazione. Ovviamente le diverse luci per la cucina vanno collocate in punti strategici, solo dopo uno studio accurato delle abitudini della famiglia: la funzionalità si deve coniugare con l'estetica, anche se la parola d'ordine da tenere sempre a mente è "semplicità".

Anche i pannelli a led si possono rivelare estremamente utili, indicati per sfruttare nel migliore dei modi le nuove tecnologie: essi hanno anche il pregio di mettere a disposizione interessanti soluzioni di design, risultando semplici da installare ed ecologici. Provare a rispettare l'ambiente, attraverso un contenimento dei consumi e l'eliminazione di tutti gli sprechi di energia, è l'obiettivo che ci si deve porre nel momento in cui si sceglie l'illuminazione destinata alla cucina e al resto della propria casa.