Stampa
24
Nov
2020

Sedie da ufficio: tante alternative, per quale modello optare?

Pin It

In vista della scelta di una sedia da ufficio, un aspetto molto importante a cui badare è quello relativo al rivestimento. In vendita si possono trovare tante tipologie di tessuti e modelli differenti. Per ricoprire le poltrone e i divani, oltre che le sedie, il tessuto viene utilizzato di frequente per le sensazioni che garantisce al tatto, essendo morbido, e per la sua longevità nel corso del tempo. Si tratta, inoltre, di un materiale che può essere pulito e lavato con la massima facilità. I rivestimenti in tessuto naturale rappresentano la scelta migliore per le sedie da ufficio, che entrano a diretto contatto con la pelle e sono destinate a essere utilizzate per molte ore di seguito.

 

I pregi del tessuto naturale

Un rivestimento in tessuto naturale mette a disposizione un gran numero di vantaggi, essendo sia traspirante che anallergico; inoltre è lavabile e gradevole al tatto. Dal punto di vista pratico, si tratta di un materiale che pur costando poco è molto resistente. Volendo è possibile sfoderare il rivestimento e metterlo in lavatrice, che si tratti di cotone o di lino. La presenza di un’imbottitura interna, poi, è sinonimo di comfort e di morbidezza. Infine l’estetica può essere impreziosita da grafiche e stampe di vario genere.

Tutti i buoni motivi per scegliere il tessuto

A differenza di ciò che alcuni pensano, il tessuto è adatto come rivestimento anche per i contesti professionali più ricercati e formali, grazie alla varietà di colori e di stampe tra cui è possibile scegliere. Il suggerimento, comunque, è di optare per le stampe optical o geometriche, perfette per gli studi medici o di consulenza. Nel caso in cui non si intenda rinunciare a uno stile originale, invece, vale la pena di privilegiare dei colori vivaci, come il verde mela, l’arancione o il giallo lime.

Le soluzioni in ecopelle

Una soluzione alternativa che merita di essere presa in considerazione va individuata nell’ecopelle, un materiale sintetico che si adopera di frequente per i rivestimenti delle sedie da ufficio. Le sedie realizzate in ecopelle si rivelano ideali per i contesti professionali più formali, che richiedono un tono elegante; dotate di uno schienale imbottito e alto, vantano sedute confortevoli (anche perché larghe) e possiedono ampi braccioli, a loro volta rivestiti. Nello studio di un avvocato, di un medico o di un notaio, una sedia di questo tipo è destinata a suscitare un’impressione positiva tra i clienti.

Pregi e difetti delle sedie in ecopelle

Le sedie in ecopelle durano senza problemi per parecchi anni e non corrono il rischio di danneggiarsi in tempi brevi: non si usurano, mantengono il proprio colore originario e non si strappano. C’è da tener presente, comunque, che i rivestimenti in ecopelle si lavano con più difficoltà rispetto a quelli in tessuto. Inoltre, si sta parlando di un materiale poco traspirante, che quindi non è adatto ai mesi estivi. Nella maggior parte dei casi le tonalità cromatiche scelte oscillano tra il grigio, il marrone scuro e il nero; si tratta comunque di soluzioni in tinta unita.

Le sedie da ufficio di Gierre

Grazie a Gierre sedie ufficio e sedute per la collettività garantiscono gli standard di qualità più elevati. L’azienda padovana, sorta più di 25 anni fa, mette a disposizione nel proprio catalogo un vasto assortimento di prodotti che, essendo ergonomici, non solo sono piacevoli da vedere, ma sono anche sicuri e in grado di garantire il massimo del comfort. Le creazioni di Gierre sono garantite e collaudate, e provengono dallo stabilimento di produzione di Sant’Elena: insomma, Made in Italy sotto tutti i punti di vista.