Stampa
19
Apr
2010

79 EVASORI TOTALI SCOPERTI IN PROVINCIA DI SAVONA

Pin It

Le nuove banche dati aiutano il lavoro dell’Agenzia delle Entrate Sono imprese edili, piccole manifatture, ristoranti: operano regolarmente, ma i regola non sono, almeno per il fisco. Si tratta dei 179 evasori totali scoperti dalla Direzione Provinciale delle Entrate di Savona, che per uno o più anni non hanno presentato dichiarazioni né effettuato alcun versamento d’imposta o previdenziale.
I funzionari del fisco, incrociando i dati dell’Anagrafe tributaria con quelli dei fornitori delle imprese, i bonifici bancari per ristrutturazioni edilizie e le iscrizioni alle Camere di Commercio, hanno così individuato 179 soggetti che non hanno presentato dichiarazione. La nuova metodologia di controllo ha permesso anche di determinare il valore delle fatture emesse e ricevute, fino a determinare il reddito totalmente occultato al fisco.
L’80% degli evasori individuati rientra nel settore dell’edilizia ed in particolare nell’attività di completamento edifici, svolta da artigiani e piccole imprese. Tuttavia il fenomeno si estende anche ad altre attività quali bar, ristoranti e commercio al dettaglio. Significativo risulta anche il valore dei  ricavi occultati che in diversi casi risulta superiore ai € 500.000 per anno.
L’attività prosegue in tutta la provincia di Savona, coinvolgendo altri settori economici, che vengono passati allo scandaglio grazie a questa innovativa metodologia di controllo che ha già permesso di emettere accertamenti per circa nove milioni di euro.