Stampa
10
Gen
2010

AL VIA IL NUOVO CICLO DI INCONTRI DEGLI AMICI DELL'ACQUARIO

Pin It

Inizia mercoledì 13 gennaio 2010 “Il viaggio. Racconti, emozioni, visioni”, il nuovo ciclo di incontriorganizzato dall’Associazione Amici dell’Acquario in collaborazione con l'associazione Amici del Festival della Scienza e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.
Il protagonista di questo ciclo è il viaggio. Si viaggia per fuggire o per esplorare, per conquistare o per mercanteggiare, per rompere la noia della quotidianità o per vedere bellezze naturali.
Si viaggia per incontrare altri popoli, ma anche per aiutare altri popoli. Si conquistano le vette, ma si esplorano gli abissi della terra e del mare. Viaggiare è nella natura stessa dell’uomo.

Il ciclo, strutturato in sette mercoledì, si apre con una prolusione del professor Francesco Surdich, Ordinario di Storia delle Esplorazioni e preside della Facoltà di Lettere dell’Università di Genova, che offrirà una suggestive a multicolore panoramica delle motivazioni che spingono l’uomo a viaggiare. “Viaggiare: perché?” è il titolo della sua conversazione che dedicherà anche un’attenzione particolare al viaggio immaginario e al suo rapporto con il viaggio reale.

Seguiranno due incontri particolari che riguardano rispettivamente la spedizione astronomica di Monsieur de La Condamine all’Equatore, motivata da uno scopo conoscitivo assolutamente originale: quello di “misurare il mondo”, e il viaggio in Mongolia sulle orme dello Yeti a raccogliere tracce e notizie sulla magica misteriosa creatura.

Il mese di febbraio si aprirà con i racconti di una geografia che ha percorso, spesso da sola, i mille sentieri del mondo in ben cinque continenti, per studiarne e fotografarne i lineamenti, ma soprattutto per capirne i popoli con gli occhi e il cuore aperti alla vita della gente.
“L’attesa e l’assenza” sono le due parole che connotano le suggestioni di un viaggio nel Sahel.

Gli iceberg della Groenlandia saranno i protagonisti di un altro incontro tra paesaggi incantati, chiacciai, balene e i colori straordinari della Disko Bay.
Il ciclo si concluderà infine nel Tianshan Cinese con una suggestiva spedizione lungo le vie della seta.
Tutti gli incontri si svolgono presso l’Auditorium dell’Acquario di Genova alle ore 17.50; sono gratuiti e aperti al pubblico, fino ad esaurimento posti disponibili.
Per informazioni contattare gli Amici dell’Acquario al n. tel. 0102345279 o 0102345323.

Ecco il calendario degli incontri:
Mercoledì 13 gennaio 2010, ore 17,50 “VIAGGIARE. PERCHÉ?”
Introduzione al ciclo: Lilia Capocaccia Orsini, presidente Associazione Amici dell’Acquario.
Relatore: Francesco Surdich, Professore di Storia delle Esplorazioni, preside della Facoltà di Lettere dell’Università di Genova.

Mercoledì 20 gennaio 2010, ore 17,50
“MISURARE IL MONDO. La spedizione astronomica di Monsieur la Condamine all’Equatore”
Relatore: Marco Prunotto, ricercatore presso l’Istituto Scientifico Giannina Gaslini di Genova e presso il dipartimento di Patologia Clinica dell’Université de Genève, scrittore,divulgatore.

Mercoledì 27 gennaio 2010, ore 17,50
“IN MONGOLIA SULLE ORME DELLO YETI TRA MITO E REALTÀ”
Relatori: Lorenzo Rossi, scrittore, cripto zoologo, membro del Gruppo Criptozoologia Italia e Paolo Degiovanni, biologo e divulgatore.

Mercoledì 3 febbraio 2010, ore 17,50
“DOLCE AMARA STRAORDINARIA TERRA. Esperienze di viaggio in cinque continenti”
Relatore: Maria Cltilde Giuliani Balestrino, professore di geografia, Università di Genova
Questo incontro è in collaborazione con il Soroptimist International Club di Genova

Mercoledì 10 febbraio, ore 17,50
“SAHEL: L’ATTESA E L’ASSENZA”
Relatore: Marco Aime, professore di antropologia, direttore del Dipartimento di storia moderna e contemporanea, Università di Genova

Mercoledì 17 febbraio, ore 17,50
“ILULISSAT: LA CITTÀ DEGLI ICEBERG”
Relatore: Alessandro Bee, fotografo naturalista, vincitore di premi internazionali

Mercoledì 24 febbraio, ore 17,50
“TIANSHAN CINESE: UNA SPEDIZIONE LUNGO LE VIE DELLA SETA”
Relatore: Remo Terranova, geologo, Università di Genova.