Stampa
02
Mar
2010

BOITANO" AIUTARE IN MODO TANGIBILE I NUMEROSI ITALIANI RESIDENTI IN CILE

Pin It
<Sostenere in modo concreto gli italiani residenti in Cile colpiti dal terremoto>. Giovanni Boitano sindaco di Favale non ha perso tempo. Appena si e sparsa la notizia del sisma che ha colpito il Sud America ha subito chiesto notizie circa le condizioni dei numerosi Liguri presenti in Cile e soprattutto a Concepciòn una delle città maggiormente colpite. <Fortunatamente sembra che non ci siano vittime – spiega Boitano - tra  nostri connazionali, ma si parla di danni ingenti. Molte persone hanno perso la casa>. Le prime informazioni arrivano da Serafina “Fina” Franchini responsabile dell'associazione Liguri nel Mondo a Santiago e da Mario Boero, console onorario di Concepciòn, raggiunti telefonicamente. I legami di Favale e della sua gente con i liguri sparsi nei quattro continenti sono cementati dalla Festa dell'Emigrante che si svolge ogni anno nella piccola località della Valle del Malvaro. <La Franchini e Boero sono stati spesso nostri ospiti – continua il sindaco – una consolidata amicizia che dura ormai da molto tempo. I nostri emigrati ricordano sempre con grande nostalgia la loro terra d'origine>. Boitano conosce bene la città di Cencepciòn dove risiedono circa 500 liguri, molti dei quali provenienti dalla Fontanbuona e dal Tigullio. <Bisogna adoperarci tutti – conclude Boitano – per portare aiuto a quanti, a causa del terremoto, si trovano oggi ad affrontare gravi difficoltà con particolare attenzione alle famiglie più bisognose>.