Stampa
22
Ott
2010

CACCIA: POSTA ALLA BECCACCIA, SOSPENSIONE ANCHE FINO A DUE MESI PER CACCIATORI

Pin It

 Misura straordinaria del Comitato i Gestione dell’Ambito Territoriale di Caccia 13 della Provincia di Massa Carrara per salvaguardare la beccaccia. Sospensione da 1 a 2 mesi dell’attività venatoria per cacciatori sorpresi in atteggiamento di posta.


Vietata la posta alla beccaccia nella Provincia di Massa Carrara. Previste sanzioni accessorie per i cacciatori sorpresi in atteggiamento di posta con la sospensione dall’attività venatoria per una durata minima di 1 mese e massima di 2 mesi.

Per la prima volta, e dietro sollecitazione delle associazioni venatorie di Federcaccia e Arci Caccia, il Comitato di Gestione dell’Ambito Territoriale di Caccia 13 della Provincia di Massa Carrara (info www.atcms13.it), ha varato una misura straordinaria per preservare quella che è ritenuta una specie in declino.

La posta alla Regina dei boschi – così è chiamata dagli appassionati della caccia - è infatti, fra le cause che concorrono pesantemente a minacciare la conservazione di una delle specie  più amate dai cacciatori.

La sospensione è stata decisa nell’ultimo consiglio del Comitato in previsione dell’arrivo, previsto in queste settimane, della beccaccia che come ogni anno sceglierà le apuane per trascorrere l’inverno. Compito di vigilare e sanzionare alla Polizia Provinciale che segnalerà all’Atc 13 tutti coloro che sono stati “pizzicati” alla posta.

L’Atc 13 ricorda che la caccia è consentita dal 19 settembre fino al 31 gennaio 2011 su tutto il territorio esclusivamente in forma vagante con e senza l’ausilio del cane e secondo orari ed altre modalità riportati in modo specifico per la specie sul calendario venatorio provinciale.