Stampa
22
Mag
2010

CERIALE. BANDO EUROPEO PER IL GEMELLAGGIO CON S BESKIDZKA

Pin It

Nuove iniziative in vista per il gemellaggio tra Ceriale e la città polacca di S. Beskidzka. Il Comune cerialese è gemellato con il comune polacco di Sucha Beskidzka dove, l’8 giugno 2007, è stato firmato il giuramento di fraternità. Cerimonia che si è ripetuta a Ceriale il 18 agosto dello stesso anno alla presenza dei Sindaci delle rispettive comunità.Il comune di Sucha Beskidzka si trova nella Polonia sud orientale a 50 km da Cracovia la città di papa Giovanni Paolo II. Famoso il suo parco nazionale Babiogòrski che è stato riconosciuto dall’UNESCO come una riserva di biosfera. La città, di circa diecimila abitanti, sta diventando un centro sempre più importante nel campo dell’educazione ambientale. Negli ultimi anni hanno iniziato l’attività l’Università del Turismo ed dell’Ecologia, il Collegio Magistrale Linguistico e il Centro Esterno Politecnico di Cracovia.

 Al fine di intensificare il rapporto di interscambio turistico, culturale ed economico con la cittadina polacca la Pro Loco di Ceriale ha dato disponibilità all'amministrazione comunale di poter intervenire tramite la partecipazione ad un bando europeo per ottenere finanziamenti tesi a rafforzare i gemellaggi tra le cittadine europee.

Il gemellaggio è stato oggetto anche di una recente discussione di giunta e nei giorni scorsi si è svolta una prima riunione operativa tra Comune e la stessa Pro Loco cerialese. L'assessorato alla cultura della Cultura e la Pro Loco dovranno quindi definire un programma di iniziative da poter presentare nel progetto che concorrerà al bando. Al centro anche il planning della divulgazione del rapporto di interscambio, con Internet che avrà un ruolo primario nella diffusione del progetto.
“Attraverso il gemellaggio con il comune di Sucha Beskidzka – dice il vice sindaco e assessore alla cultura del Comune di Ceriale Eugenio Maineri – intendiamo rafforzare lo spirito europeo attraverso uno scambio culturale. La Polonia fa parte a tutti gli effetti della Comunità Europea e, vista la sua crescita economica, rappresenterà per la nostra città un’importante risorsa”.