Stampa
21
Gen
2010

DAGLI AMICI DELLA BICICLETTA: DUE PROPOSTE PER IL FINE SETTIMANA

Pin It

GENOVA. Si tratta di due pedalate, aperte a tutti, molto diverse tra loro: una si svolge nella parte alta della città ed è caratterizzata da una sequenza ininterrotta di salite e discese in gran parte sulle caratteristiche creuze; l’altra dal centro di Genova lungo la Riviera di levante fino a Camogli, più facile anche se l’andamento ondulato dell’Aurelia può costituire qualche insidia ai meno allenati.

 Sabato 23 partenza ore 8,30 dalla stazione Brignole:  Il gruppo che normalmente si cimenta su percorsi per mountain-bike questa volta affronta un percorso cittadino, ma non per questo meno impegnativo:

Alla ricerca delle vecchie mulattiere che conducevano mercanti e viaggiatori verso i valichi d'Appennino. Il percorso si snoda verso l'antica Via della Tuscia e poi per la Porta di San Bartolomeo, il vico dei Barnabiti, le ville De Mari e Dinegro. Raggiunta la scenografica Salita Sant'Anna si risale fino alla Porta di San Bernardino per poi ritornare in basso fino alla Spianata del Castelletto e al borgo del Carmine. Ancora salita sulle linee di massima pendenza verso la Madonnetta ed infine sulla Via del Sale per la Porta delle Chiappe. Per finire in precipitosa discesa lungo San Barnaba ed il Monte Galletto per giungere nell'area del convento di Santa Brigida e Commenda di Prè.

Alcuni tratti di mattonate dalla pendenza  troppo elevata verranno superati a spinta,  si tratta di una pedalata impegnativa ma, come sempre, senza alcuna competizione all’insegna dell’amicizia aspettando chi resta indietro.

 Domenica 24 partenza alle ore 9 da Piazza De Ferrari:  Per una escursione in bicicletta dal centro di Genova fino al porticciolo di Camogli per gustare la famosa focaccia, che sarà particolarmente apprezzata dopo una pedalata. Il percorso segue fedelmente la via Aurelia fino al porticciolo della cittadina rivierasca. Ritorno con il treno delle 12:28 che ferma in tutte le stazioni fino a Voltri. Procurarsi anticipatamente due biglietti ferroviari chilometrici (uno per sé ed uno per la bici) per la propria percorrenza. Visto l'andamento sali-scendi della strada l'invito è aperto a chi si è già cimentato su percorsi di analogo impegno.

L’unico scopo di queste iniziative (ne verranno proposte altre fino a metà marzo) è quello di trascorrere alcune ore in amicizia alla ricerca di angoli caratteristici di Genova e dintorni usando un mezzo, la bicicletta, salutare per il fisico e per l’ambiente.  Per maggiori informazioni visitate il sito: www.adbgenova.it