Stampa
22
Feb
2010

FACEBOOK, CASSINELLI (PDL): INDIGNAZIONE E AMAREZZA PER GRUPPI ANTI-DOWN

Pin It

Il deputato, in prima linea nella difesa della libertà della rete, commenta la presenza su Facebook di gruppi che prendono di mira i bambini affetti da sindrome di Down: "queste cose fanno male prima di tutto agli utenti civili della rete - afferma - ed è bene che i responsabili siano presto identificati e puniti"."Sono allo stesso tempo indignato ed amareggiato: indignato perché si tratta di un gesto cattivo ed immorale, ed amareggiato perché questi comportamenti vanificano gli sforzi di chi da tempo si batte per una rete sempre più libera e responsabile". È questa la reazione dell'on. Roberto Cassinelli (Pdl) alla presenza in rete di gruppi anti Down. "Non deve però passare l'idea - dichiara Cassinelli - che questi soggetti inqualificabili rappresentino l'utente tipo o abbiano sostegno in rete: si tratta in realtà di una minoranza che va emarginata e che suscita esclusivamente sdegno fra la maggioranza degli internauti italiani che, infatti, sono stati i primi a ribellarsi". Secondo il deputato ligure, "chi ha creato il gruppo e chi vi ha aderito deve essere chiamato ad assumersi le proprie responsabilità di fronte alla legge: cessi la convinzione che in internet tutto è concesso e si diffonda piuttosto la volontà di responsabilizzare la rete affinché sia sempre più libera, utile e democratica". "Alle famiglie che vivono con grande dignità ed amore al fianco di un congiunto Down - conclude Cassinelli - e a tutte le persone che ogni giorno si adoperano in loro aiuto va la nostra più viva solidarietà".