Stampa
08
Dic
2009

GENOVA E LE ALTRE: LA RICERCA SU TURISMO URBANO, QUALITA' DELLA VITA E MARKETING TERRITORIALE

Pin It

Mercoledì 9 dicembre, alle ore 16.30, presso l’Auditorium del Museo del Mare vengono presentati e discussi i risultati  di due indagini sulle città italiane. Oltre 4300 interviste in Italia e all’estero forniscono indicazioni sulla qualità della vita  a Genova, Torino e Milano secondo gli abitanti e sulla attrattività  delle  città italiane nell’immaginario degli stranieri.

L’indagine analizza i punti di forza e di debolezza delle città, e fornisce indicazioni sulle strategie di riposizionamento a livello nazionale e internazionale. La ricerca è stata volta nel corso del  2008  da un team di quattro Università :  Milano Bicocca, Torino, Piemonte Orientale,  Calabria.

I dati saranno presentati dai responsabili dell’indagine, Chito Guala, docente di Citymarketing  (Università di Torino) e Ezio Marra, Presidente del Corso di Laurea in Scienze del Turismo (Università Milano Bicocca).

Intervengono alla presentazione  Luca Borzani, Presidente Palazzo Ducale Genova Fondazione per la Cultura , Anna Castellano, Presidente STL Genovesato, Giuseppe Costa, Presidente Costa Edutainment e Ariel Dello Strologo, Presidente Porto Antico.  Introduce e coordina Maria Paola Profumo, Presidente Mu.MA. 

Due le tematiche principali:

- la prima riguarda la qualità della vita, le caratteristiche e le prospettive di    Genova, Milano e Torino, secondo le opinioni e le aspettative  dei propri abitanti; i dati derivano da interviste a campioni rappresentativi delle rispettive popolazioni  (totale casi: 2300, oltre 750 per  ciascuna città).  Tra i problemi approfonditi a Genova, Milano e Torino, vi sono l’immagine della città (coppie di opposti tipo città bella-brutta, moderna-vecchia, ecc.),  il giudizio sulla vivibilità delle altre grandi (9) città italiane, il desiderio di continuare a vivere nella propria città e i motivi per cambiare città, le iniziative importanti  per riqualificare la città, la definizione della propria città (industriale, scientifica, della cultura, ecc.), i simboli legati alle città.

- la seconda tematica riguarda  l’immagine e l’ attrattività  delle maggiori città italiane (dieci) nell’immaginario degli stranieri: 2100 interviste effettuate in Francia, Germania e Gran Bretagna  (700 casi per nazione). Tra le domande, il grado di conoscenza delle città italiane, il desiderio di visitarle, la propensione a ritornare, gli elementi di forza e di debolezza.

La ricerca, oltre ai sondaggi presso la popolazione italiana e straniera, ha anche approfondito gli aspetti simbolici e immateriali della nuova competizione urbana, a partire dal tentativo delle città di “distinguersi”, di diventare più attraenti, di creare una immagine positiva e di riposizionarsi come meta del turismo interno e internazionale. Tali processi  permettono alle varie città di  essere competitive,  attraendo risorse materiali esterne e consolidando le identità della comunità. Alcuni di questi meccanismi sono:

 
1)  Nascita e ruolo delle Film commission.

2)  L’Architettura “iconica” e le opere degli “archistar”

3)  La città “esperienziale”, che rende unico e particolare il  vissuto del visitatore

4)  I Mega Eventi e la rigenerazione urbana (dai Giochi Olimpici alle Expo, alla iniziativa delle “Capitali europee della cultura”)
5)  Le attività, gli eventi e le politiche culturali come immagine della città

6) La riqualificazione urbana e le strade dello sviluppo sostenibile


Mercoledì 9 dicembre,  ore 16.30
Auditorium del Galata Museo del Mare
Ingresso libero