Stampa
14
Lug
2010

GENOVA. REVOCA ASSEGNI INTEGRATIVI DI PENSIONE EX DIPENDENTI COMUNALI: I DOMANI NUOVA ASSEMBLEA

Pin It

Genova,. Questa mattina presso la sede della Fnp Cisl si è svolta la conferenza stampa in merito alla vertenza che vede coinvolti oltre 550 ex dipendenti comunali, oggi in pensione, ai quali dal maggio scorso è stato revocato l'assegno integrativo.
Infatti con deliberazione assunta dalla Giunta  del Comune di Genova in data  06/05/2010 l’Amministrazione  ha deciso di revocare i trattamenti integrativi di pensione corrisposti ad una parte di ex dipendenti comunali oggi in quiescenza assunti  in servizio entro il primo marzo 1966. La vicenda fa riferimento  ad una  norma  contenuta nel  Regolamento Organico del personale risalente all’anno 1978, approvata dal Consiglio Comunale e passata al vaglio degli organismi di controllo sugli atti degli Enti Locali che espressero parere positivo di legittimità.
La norma in questione, art.182 dello stesso Regolamento Organico, introdotta  per favorire una sorta di esodo agevolato di personale che possedeva  anzianità contributiva ed anagrafica elevate, aveva come finalità dichiarata dall’Amministrazione Comunale pro- tempore, la facilitazione del ricambio generazionale in seno ai servizi, con evidenti vantaggi sia dal punto di vista del raggiungimento di migliori standard qualitativi che di risparmio economico, in quanto  il personale neo assunto, a parità di qualifica e di mansione professionale, costava indubbiamente meno.
Alla fine del mese di maggio, a seguito della deliberazione adottata dalla Giunta Comunale, gli ex dipendenti  andati in pensione utilizzando l’articolo 182 del Regolamento Organico  del 1978, hanno ricevuto comunicazione che a far data dal mese di giugno l’assegno integrativo di pensione ad essi corrisposto sarebbe stato revocato; ad alcuni di  loro la lettera inviata dal Comune comunicava che sempre a  far data dallo stesso mese di giugno l’assegno integrativo sarebbe stato ridotto d’importo.
A titolo di precisazione va evidenziato che le Organizzazioni Sindacali dei Pensionati  sono state messe al corrente dell’adozione del provvedimento deliberativo  più di due settimane dopo, contravvenendo in tal modo l’Amministrazione Comunale al Protocollo d’intesa firmato a suo tempo con le Confederazioni Sindacali CGIL-CISL-UIL. Di seguito si forniscono alcuni dati riferiti al numero degli interessati dal provvedimento, nonché l’entità degli importi:

REVOCA TOTALE ASSEGNO INTEGRATIVO:               512 unità
REVOCA PARZIALE ASSEGNO INTEGRATIVO:            42 unità
IMPORTO NETTO PENSIONE COMUNALE                    NUMERO PENSIONATI
da 2 a 100 euro                                                                  253 unità
da 100 a 200 euro                                                              242 unità
da 200 a 300 euro                                                              12 unità
da 300 a 450 euro                                                               5 unità
Pur avendo avuto diversi incontri con la Civica Amministrazione, ad oggi, le OO.SS. dei pensionati sono in attesa di una convocazione del Sindaco di Genova. Per questi motivi domani 15 luglio 2010 alle 9,30 presso il circolo dell'Autorità Portuale di via Albertazzi 3 r, si svolgerà una nuova assemblea organizzata dalle scriventi segreterie sindacali per decidere le prossime iniziative a tutela degli oltre 550 pensionati coinvolti nella vicenda.