Stampa
03
Giu
2010

IL PRESIDENTE DEL DAMS ROBERTO TROVATO IN CONFERENZA AL TEATRO SACCO

Pin It

Il presidente del Dams di Imperia, professor Roberto Trovato, sarà a Savona per un incontro presso l’antico Teatro Sacco di via Quarda superiore 1. Gli scopi della serata sono in realtà molteplici. Trovato parlerà infatti di un’opera lirica amatissima come Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, probabilmente la più famosa opera buffa mai realizzata, melodramma che può essere messo in rapporto con la più importante letteratura ottocentesca (lo “scandaloso” Beaumarchais), con la commedia dell’arte, con il cinema (e i cartoni animati) e la cui genialità drammaturgica e musicale ha messo alla prova grandi registi. L’occasione è però stata fortemente auspicata dall’associazione Sacco, in collaborazione con il Circolo Rossini, affinché un grande esperto e una figura di alto profilo culturale ed istituzionale, rappresentativa delle arti di spettacolo italiane e liguri, venisse a visitare il più antico teatro cittadino e, magari, che possano nascere ulteriori sviluppi organizzativi. All’interno del Sacco, non si nasconde il proposito (augurato soprattutto da Alessandro Acquarone, docente di “Tecnica e organizzazione dello spettacolo” all’Università di Udine) di stipulare una convenzione per la realizzazione di progetti di spettacolo, ideati, pianificati, realizzati e gestisti di concorso tra professionisti dello spettacolo e allievi del Dams, all’interno dei quali trovare le figure sia artistiche che organizzative e tecniche che il Dams ligure forma.

Roberto Trovato, laureatosi in Lettere a Bologna, ha insegnato all’Università della Calabria “Semiologia dello spettacolo” e a Genova “Storia del teatro e dello spettacolo” e “Storia del teatro rinascimentale”. Nel 1997 è stato insignito del “Premio Città di Genova per la cultura”. Dal 1 novembre 2008 è Presidente dei corsi di laurea in Dams e in Scienze dello spettacolo, nonché docente di Drammaturgia e di “Musica e teatro: melodramma, commedia e tragedia nel Rinascimento e nel Barocco”. Ha curato sette edizioni critiche di inediti del teatro italiano fra ’500 e ’900, un lungo saggio sul teatro in Liguria del ’900, un volume sui manoscritti francesi di argomento teatrale esistenti presso una Biblioteca di Bologna e due monografie. Ha curato l’edizione di cinque pièces del Rinascimento in un volume imperniato sulla figura dell’ecclesiastico. Nel settore della drammaturgia dell’attore, è autore di un volume e di due saggi. È inoltre esperto di critica teatrale sui periodici liguri dell’800.

(venerdì 4 giugno, ore 20:45. Antico Teatro Sacco, via Quarda sup.1, Savona)