Stampa
18
Gen
2010

ITINERA PRESENTA ìI CARRUGGI DI BACCI PAGANO

Pin It

Trascorrere un paio d'ore interessanti e diverse dal solito e cogliere un'opportunità per guardare la propria città con altri occhi: ecco cosa offre Itinera ai genovesi, ma anche ai turisti più curiosi.                               
Visto il successo riscontrato lo scorso 9 gennaio, nonostante la pioggia incessante, domenica 31 gennaio 2010, alle ore 15.00“I carruggi di Bacci Pagano”, un itinerario per scoprire dal vero gli scenari che tanto hanno affascinato i lettori più accaniti dei romanzi di Bruno Morchio.

Scorrendo le pagine di 'Maccaia', de 'La creuza degli ulivi', e dei suoi numerosi altri romanzi, ci siamo appassionati, emozionati, indignati, commossi... ma soprattutto abbiamo immaginato i luoghi in cui si muove, vive, ama, e talvolta odia, l'investigatore Bacci Pagano. Luoghi che esistono, e non solo nella mente e nel cuore dell'autore: angoli di Genova, strade, carruggi, piazze, locali, c'è tutta una geografia reale-letteraria pronta a svelarsi...

 Seguendo la guida lungo questo percorso, si ha l'opportunità di guardare la città attraverso gli occhi di Bacci Pagano, che si definisce “ratto dei carruggi, pronto ad infilarsi nei rebighi della città vecchia”. Il suo sguardo sulla città è lo sguardo di chi la conosce e la ama senza riserve.

E probabilmente si ha anche modo di scoprire aspetti della nostra città fino ad ora ignorati...

 Una delle tappe principali è Spianata Castelletto, descritta così dall'investigatore in La creuza degli ulivi: “La pancia grigia della città pareva davvero di poterla toccare, allungando una mano. Un intrico di tetti obliqui embricati in un complicato gioco di incastri sotto cui si srotolavano le budella dei carruggi. Col loro variopinto popolino fatto di bottegai, artigiani, bagasce, spacciatori e un esercito di immigrati, regolari e clandestini. Tutto un brulicare di minute attività legali e illegali e un fluire di merci che per secoli quei puzzolenti intestini hanno metabolizzato, facendo ricca e potente la repubblica marinara.” ( da La genova di Bacci Pagano – testi di Bruno Morchio e fotografie di Gianni Ansaldi e Patrizia Traverso – Casa Editrice Il melangolo).

 Il percorso partirà dal Bookshop dei Musei di Strada Nuova e si concluderà sempre in via Garibaldi, per permettere ai partecipanti di visitare la mostra fotografica allestita a Palazzo Rosso: “La Genova di Bacci Pagano”, (fotografie di Gianni Ansaldi e Patrizia Traverso – prorogata fino al 31 gennaio – da martedì a venerdì -  ore 9/19, sabato e domenica 10/19 - ingresso libero).

 Durata del percorso circa due ore / due ore e mezzo  Prezzo per il percorso guidato: 10 euro a persona.
Per partecipare è necessario prenotare al numero 0106091603.