Stampa
01
Giu
2010

LA LANTERNA FARO DELLA BIODIVERSIT¿ PER LA GIORNATA MONDIALE DELL'AMBIENTE

Pin It

Genova. La Lanterna simbolo di Genova diventa il faro della biodiversità nelle iniziative promosse dalla Provincia con la Fondazione Muvita il 4 e 5 giugno prossimi per la Giornata Mondiale dell'Ambiente. Il programma - con mostre, giochi, letture, musica - della grande festa popolare attorno alla Lanterna di sabato in nome  ella biodiversità e della sua tutela (il tema scelto dall'ONU per la Giornata Mondiale dell'Ambiente 2010), e il suo sensazionale prologo sono stati presentati in Provincia dal presidente Alessandro Repetto con gli assessori Sebastiano Sciortino e Giorgio Devoto e "Per riflettere su un problema che tocca già il quotidiano di tutti - ha detto Alessandro Repetto -abbiamo scelto di celebrare questa giornata sotto la Lanterna, emblema del nostro territorio, per ribadire l'impegno della Provincia nella tutela dell'ambiente, una risorsa fondamentale sotto tutti i punti di vista, compreso quello economico." E proprio il presidente della Provincia, con gli assessori della sua giunta, darà il via alle iniziative, venerdì 4 giugno alle 11, srotolando sulla facciata della Lanterna uno striscione di quasi cento metri quadrati (8 per 12) con un messaggio molto evocativo per la Giornata Mondiale per l'Ambiente che conterrà anche l'immagine di una Lanterna "biodiversa" composta graficamente da innumerevoli specie animali e vegetali. "Un atto simbolico e dimostrativo per la salvezza del pianeta, un impegno che consideriamo nostro e sul quale ci stiamo impegnando molto a fondo - dice Alessandro Repetto - perché Genova è una delle due sole Province
in Italia ad avere un bilancio energetico certificato, stiamo lavorando per l'uniformità dei regolamenti edilizi comunali, perché molti di quelli attuali non concedono l'installazione di tetti fotovoltaici, stiamo ricercando finanziamenti specifici per l'abbattimento della Co2 con impianti termici avanzati e sta procedendo insieme all'Autorità Portuale il progetto del Porto Verde, ovvero l'elettrificazione delle banchine." La biodiversità "è l'insieme di tutte le forme viventi e degli ecosistemi, implica tutta la variabilità biologica: di geni, specie, habitat ed ecosistemi - ha spiegato Marco Castagna - ma oggi è seriamente minacciata dal cambiamento climatico, dallo sviluppo urbano incontrollato, dall'agricoltura intensiva e dall'abbandono dei terreni.