Stampa
29
Set
2010

LUNIGIANA. CINGHIALI: CACCIA IN SICUREZZA E NEL RISPETTO DELLE AREE ASSEGNATE

Pin It

Caccia al cinghiali in sicurezza, indossando abbigliamento ad alta visibilità, e nel rispetto tra aree vocate (squadre) e aree non vocate (anche cacciatori singoli). E’ l’invito rivolto dal Comitato di Gestione dell’Ambito Territoriale di Caccia 13 della Provincia di Massa Carrara a tutti gli appassionati


con l’augurio che si tratti di una stagione venatoria “prudente e nel rispetto delle regole; regole – spiega Valerio Poi, Presidente Atc 13 Ms – che permettono la caccia in sicurezza e evitano inutili rischi ed incidenti”.

Partita in anticipo con due “battute” il 23 settembre e il prossimo giovedì 30 settembre sia in aree vocate e non vocate – come richiesto per altro lo scorso anno dal Comitato di Gestione dell’Atc 13 - rispetto alla tradizione per contenere il fenomeno del sovraffollamento di una specie ritenuta dannosa per l’ambiente e per l’agricoltura, “la stagione dei cinghiali rappresenta un momento importante anche per la tutela del paesaggio e del patrimonio agricolo; la nostra azione – ricorda Poi - mira anche ad evitare, in futuro, danni a coltivazioni e alle produzioni agricole più volte sollecitati dalle organizzazioni. Da qui il nostro invito al rispetto delle prescrizioni e della buona condotta”. Cresciuto negli anni l’attività dei cacciatori, anche in base alla nuova legge regionale che predispone, in caso di emergenza, battute fuori stagione, sono destinate a diventare strategiche. A dimostrarlo sono anche i dati sulle battute. Abbattuti, secondo i dati raccolti dall’Atc13 - nel corso la scorsa stagione venatoria 3250 capi nei comuni tra zone vocate alle squadre e non vocate, e in forma singola. Erano stati 3286 nel 2008, mentre nel 2007 circa 2300 e nel 2006 poco meno di 2500. I comuni a maggiore densità sono quelli della Lunigiana, in particolare Pontremoli (486 capi nel 2009) e Fivizzano (467) seguiti da Fosdinovo (327), Mulazzo (341), e Aulla e Tresana (246). “Solo” 26 i cinghiali abbattuti a Massa, e 47 a Carrara (vedi tabella dettagliata su www.atcms13.it). “Un fenomeno che i cacciatori contribuiranno – conclude Poi – a limitare con correttezza degli interventi e serietà”.

 

Per informazioni, aggiornamenti e modulistica potete contattare il sito www.atcms13.it