Stampa
07
Ago
2010

MARE SICURO 2 - I CONSIGLI DI VAS, NADD, HAS E ACTITALIA

Pin It

Alcuni consigli utili   Per i bagnanti  * Non esporti al sole nelle ore calde e inoltre ricordati i seguenti aspetti  e norme comportamentali: controlla il periodo e il tempo di esposizione;  evita l’esposizione nelle ore più calde della giornata (11-16), soprattutto  per bambini e anziani. Evita le esposizioni prolungate. Assoluto divieto di  esporre intenzionalmente al sole neonati e bambini di età inferiore ai tre  anni. Alcuni antisolari vengono


ancora chiamati scorrettamente “schermi  totali” e invece l’attività protettiva è solo parziale e non completa nei  confronti degli UVB. L’applicazione degli antisolari devi ripeterla più  volte durante la giornata, affinché possano avere una reale efficacia  protettiva.

* Mantieni il giusto livello di idratazione corporea, bevi regolarmente, in  rapporto alla quota di liquidi ed elettroliti persa con il sudore.

* Non fare il bagno durante la digestione, lascia trascorrere almeno tre ore  dall’ultimo pasto prima di fare il bagno. Evita di entrare in acqua da solo.
Non allontanarti dalla spiaggia oltre i 50 m. usando materassini, ciambelle,  galleggianti o piccoli canotti gonfiabili. Non fare il bagno in acque  inquinate o visibilmente non chiare, per la possibilità di sviluppare  dermatiti o altri disturbi irritativi cutanei che possono manifestarsi con  eczemi accompagnati da prurito, provocati dalla carica batterica e dalla  virulenza dei germi presenti nelle acque. Non entrare in acqua se le  condizioni meteo e il mare non sono ottimali. Non tuffarti da imbarcazioni e pattini se non conosci la profondità dell’acqua. Evita di tuffarti dagli  scogli.

* Non lasciare rifiuti e cicche di sigaretta sulla spiaggia ma usa gli  appositi contenitori, nasconderli sotto la sabbia non serve a nulla, prima o  poi finiranno in mare. Non accendere fuochi.

 Per i sub  * Non immergerti se non sei in buone condizioni psicofisiche e se non sono  passate almeno 4 ore dal pasto o due da uno spuntino. Immergiti sempre con  un compagno con il tuo stesso livello di brevetto o superiore. Nelle  immersioni, mantieniti nei limiti previsti dal tuo brevetto e tieniti in
stato di attività.

* Segnala la tua presenza in immersione con un robusto galleggiante segnasub (bandiera rossa con striscia diagonale bianca visibile a 300 metri).

* Ricordati che il subacqueo responsabile programma le sue immersioni  tenendo conto delle proprie condizioni psicofisiche e ambientali e sa  rinunciare in casi di condizioni avverse. Effettua un controllo medico  almeno una volta l’anno.

* Effettua una manutenzione periodica alla tua attrezzatura sub.


R