Stampa
07
Ago
2010

MARE SICURO - APPELLO ALLA PRUNDENZA DI VAS, NADD, HAS E ACTITALIA

Pin It

Ambientalisti, Sub e Camparisti, rinnovano l'appello alla prudenza a colore  che nelle prossime ore decideranno di trascorrere al mare il secondo week  end di agosto 2010. Predisposto un vademecum  di consigli utili per bagnanti  e sub. Entra nel vivo la quindicesima edizione della Campagna nazionale
'Diritti al mare, diritti del mare' all'insegna del 'Mare Sicuro'.L'iniziativa promossa dall'associazione ambientalista VAS Onlus, patrocinata  e finanziata dal Ministero dell'Ambiente della Tutela del Territorio e del  Mare e

realizzata in collaborazione con: la NADD Europe Global Diving Agency  agenzia didattica che forma subacquei; l'HSA Italia Associazione Nazionale  Attività Subacquee e Natatorie per Disabili;  il Comando Generale delle  Capitanerie di Porto, l'ACTItalia  Federazione Nazionale Associazione  Campeggiatori e Turisti d'Italia. In occasione dell'edizione 2010, 'Diritti  al mare, diritti del mare' ha ottenuto l'importante adesione ed il supporto
organizzativo dell'UPI Università Popolare Interculturale, nonché l'adesione  dell'unieda Unione italiana di educazione degli adulti, dell'UPTER Università Popolare di Roma e della Arci Pesca F.I.S.A.

L'obiettivo della Campagna 'Diritti al mare, diritti del mare 2010' -  affermano gli attivisti di VAS, NADD, HSA e ACTItalia  - è quello incrementare l'attenzione e le conoscenze dei cittadini ed in particolar
modo coinvolgendo: Turisti, Campeggiatori, Sub, Diving, Amministrazioni ed  Enti pubblici, verso la Risorsa Mare quale fonte di Biodiversità,  diffondendo ulteriormente la cultura del rispetto per l'ambiente,  l'educazione ambientale, l'adozione delle norme comportamentali per la
sicurezza in mare e la tutela ambientale nonché l'importanza della  salvaguardia e la tutela della  Biodiversità e la promozione del territorio  nell'ottica di uno sviluppo sostenibile.

 

Attivo il Numero Verde nazionale 800.866158 di allerta rapido contro i  crimini ambientali perpetrati in mare e lungo le coste. Il servizio sarà in  funzione 24 ore su 24 con segreteria telefonica, a cui è possibile accedere  da tutta Italia e lasciare segnalazioni riguardanti: casi di inquinamento
della spiaggia, del mare e dei corsi d'acqua; preclusione di accessi al  mare; ingombro della battigia non soggetta a concessione, che quindi  deverimanere libera ed accessibile a tutti; mancanza di accessi e strutture  per disabili; incuria dei varchi tra gli stabilimenti (la pulizia è a carico
del concessionario della spiaggia); tariffe improprie o obblighi di comprare  pacchetti comprendenti servizi non richiesti oltre all'ingresso (sdraio,  ombrelloni, cabine in abbonamento stagionale, ecc.); natanti a motore troppo  vicini alla spiaggia; casi di abusivismo edilizio; disservizi, sopruso, casi
di inquinamento e di violazione delle norme vigenti, che avvengono lungo le  coste del nostro paese.

Inoltre - aggiungono gli ambientalisti - le segnalazioni oltre che al numero  verde potranno arrivare anche attraverso la posta elettronica all'indirizzo  e-mail: campagna.mare@vasonline.it possibilmente correlate da foto.