Stampa
23
Feb
2010

MESSA IN SICUREZZA DEL TORRENTE FEREGGIANO, MERCOLEDIí 24 LA CHIUSURA NOTTURNA DI VIA PINETTI

Pin It

 Genova.   Durante la notte tra mercoledì 24 e giovedì 25 febbraio 2010 verrà demolito l’edificio di via Pinetti 11-15 per eliminare la prima strettoia viaria a monte di largo Merlo nel quartiere di Quezzi (Municipio 3, Bassa Valbisagno).
Per motivi di sicurezza, a causa dell’esiguità degli spazi, via Pinetti sarà chiusa al transito pedonale e veicolare dalle ore 22.00 di mercoledì alle ore 5.00 di giovedì.
Verrà garantito un passaggio pedonale alternativo, che collegherà in piena sicurezza Largo Merlo con il ponte di via Ammarengo sulla sponda sinistra del torrente. Sarà assicurato il servizio di autobus: a monte dell'area interessata alla demolizione partirà un servizio navetta sostitutivo della linea 82, diretto fino al capolinea della chiesa di Quezzi.
Si raccomanda gentilmente alla cittadinanza di rientrare prima dell'orario di chiusura della strada e, salvo casi eccezionali, di evitare l'uso di veicoli durante le ore notturne.  

In caso di peggioramento delle condizioni meteorologiche l'intervento verrà rinviato ai giorni successivo, non appena il tempo si sarà ristabilito.

Lo comunica il presidente della Regione Liguria in qualità di “commissario delegato del Presidente del Consiglio dei Ministri” per la messa in sicurezza dei torrenti Fereggiano e Sturla.

La messa in sicurezza dei torrenti Fereggiano e Sturla è stata prevista da un’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – disposizioni urgenti di protezione civile -  a marzo 2007 e finanziata con 17 milioni e 500 mila euro. Lo stanziamento destinato alla risoluzione delle problematiche relative al torrente Fereggiano ammonta a 9,5 milioni di euro.

La demolizione di mercoledì 24 fa parte del secondo lotto di lavori che riguarda il tratto  compreso tra il civico 5 di Via Pinetti e la zona immediatamente a monte del ponte di via Ammarengo. I lavori del primo lotto della messa in sicurezza del torrente genovese, partiti a giugno 2008, sono in fase di ultimazione. Costati circa tre milioni di euro hanno interessato il tratto compreso tra largo Merlo e il civico 5 di via Pinetti.
L’intervento globale servirà a risolvere le gravi criticità idrauliche e viarie del  tratto del torrente Fereggiano compreso tra il civico 40 di via Fereggiano e via Ginestrato. Le opere previste  per realizzare il progetto sono: la messa in sicurezza idraulica dell’attuale copertura di Largo Merlo; la realizzazione di nuova copertura a monte di Largo Merlo  per allargare la strada e per la realizzare un’area di parcheggi pubblica, la messa in sicurezza idraulica del tratto di torrente sottostante;  la messa in sicurezza idraulica con la risagomatura dell’alveo del torrente, la ricostruzione e l’innalzamento dei muri d’argine, la demolizione di manufatti in alveo e la chiusura dei piani fondi a rischio idraulico nel tratto a monte della nuova copertura e fino alla copertura esistente in corrispondenza di via Ginestrato; l’allargamento della strada di fondovalle (via Pinetti) che costituisce l’unica via di accesso alle alture di Quezzi, tra Largo Merlo e l’incrocio con via Ginestrato, mediante la demolizione degli edifici che si trovano sul tracciato.


Complessivamente saranno demoliti tre fabbricati composti da 20 appartamenti e 8 magazzini già acquisiti attraverso intese concluse con i rispettivi proprietari senza dover ricorrere a procedure espropriative e fornendo aiuti sia economici che logistici per il rialloggiamento degli inquilini residenti.
Le attività messe in opera dal Commissario delegato prevedono anche l’allargamento della strettoia di via Daneo in località Pedegoli i cui lavori sono stati recentemente avviati e dove è prevista la demolizione di un altro fabbricato.