Stampa
10
Feb
2010

PERDERE IL LAVORO A CAUSA DEI RITARDI DEI TRENI GENOVA MILANO

Pin It

Sono pendolare da 19 anni e sono disperata , anche io come tanti rischio  di perdere tutto il lavoro. Sono una libera professionista ma ho  comunque dei turni con orari precisi per diversi datori di lavoro, e i  miei continui ritardi di queste ultime settimane (a seconda dei giorni  prendo il 656 o il 652) hanno fatto si che i miei datori di lavoro che  fino ad ora si erano dimostrati comprensivi , comincino ad essere  scocciati. Non avendo nessun tipo di contratto non mi licenziano ma  alcuni clienti dall'oggi al domani, invece che chiamare me , sono più  propensi a chiamare colleghi che vivono a Milano.
Dobbiamo assolutamente mobilitarci, è una vergogna, non voglio più dare  uno stipendio a chi non sà far funzionare un'azienda che dovrebbe dare
un servizio fondamentale per la comunità e che mi fanno avere una  qualità della vita inaccettabile. Non voglio più essere paziente e  rassegnata, ma da sola non posso fare nulla, insieme,  siamo il loro  stipendio.
I treni italiani sono i meno cari d'europa ? Sarei disposta a pagare  l'abbonamento anche il doppio se servisse ,ma tanto vedo che anche i  super abbonamenti dei treni veloci non servono a farli arrivare in orario.
In tutti questi anni ho fatto tanti sacrifici per continuare a vivere a  Genova che amo , ma se và avanti così , sarò costretta a pensare ad un trasferimento, con tanta rabbia mia e dei miei 2 figli , si perchè non  sono solo i pendolari ad essere coinvolti in tutto questo ma anche tutti
i loro familiari .
M.S.