Stampa
06
Dic
2010

PERSONE SENZA DIMORA: SERVIZIO SPERIMENTALE DI CONVALESCENZA PROTETTA

Pin It
Un servizio di convalescenza protetta che consentirà di ospitare persone senza dimora che, dopo la fase acuta di una patologia, hanno bisogno di un periodo di riposo e accudimento.
Prenderà il via intorno alla metà di dicembre grazie ad un finanziamento di 75.000 euro stanziato dalla Regione Liguria dal fondo sanitario per far fronte al problema dei senza dimora che vengono dimessi dai Pronto soccorso o dai reparti ospedalieri.

Il progetto proposto dalla Fondazione Auxilium non per caso partirà proprio nel periodo più freddo dell'anno con la collaborazione dell'ASL 3 Genovese, dei presidi ospedalieri e del Comune di
Genova.
Saranno infatti proprio i pronto soccorso a segnalare alla Fondazione Auxilium le persone che
avranno bisogno di un periodo di stabilizzazione e di convalescenza in una struttura.
"Al momento - spiega l'assessore regionale alla salute, Claudio Montaldo - per consentire l'avvio della fase di sperimentazione la struttura è stata individuata all'interno dell'ospedale San Martino di Genova e potrà ospitare circa 20 persone. Gli spazi messi a disposizione serviranno a sperimentare un
modello assistenziale di tipo territoriale".

L'ospitalità avrà una durata variabile a seconda delle condizioni di salute: grazie anche alla
collaborazione del Comune di Genova, si verificheranno le possibilità di accesso in un normale circuito di ospitalità. Del progetto, collegato ai pronto soccorso degli ospedali genovesi, si parlerà in una riunione organizzata il 6 dicembre in Regione dall'assessore alla salute con tutti i responsabili dei pronto soccorso genovesi e i direttori sanitari ospedalieri e della ASL 3.
A Genova si stima che siano intorno a 2.000 le persone senza dimora: non esiste un censimento ufficiale, in quanto i normali strumenti di indagine non sono applicabili a questa fascia della
popolazione. Le medie europee danno la presenza di persone senza dimora in una percentuale
variabile tra il 2% e il 4% della popolazione delle aree metropolitane.

Il tema del rapporto tra sanità e sistema di accoglienza dei senza dimora sarà affrontato in una
giornata di studio organizzata dalla Fondazione Auxilium venerdì 3 dicembre dalle 9.30 alle 13 presso la Sala Quadrivium in piazza S. Marta a Genova a cui parteciperanno, tra gli altri, l'assessore regionale alla salute, Claudio Montaldo, l'assessore ai servizi sociali del Comune di Genova, Roberta Papi, Stefano Tabò, direttore della Fondazione Auxilum, Monsignor Marino Poggi, direttore della Caritas Diocesana, Marco Iazzolino della Federazione Italiana Organismi persone senza dimora, Paolo Cremonesi, direttore del servizio di Medicina e Chirurgia d'accettazione e d'urgenza
dell'ospedale Galliera e Paolo Moscatelli, direttore della Medicina d'Urgenza del Pronto soccorso del San Martino di Genova.