Stampa
17
Apr
2010

RESISTENZA: TORRIGLIA INAUGURA IL RESTAURO DEL MONUMENTO AI CADUTI PARTIGIANI

Pin It

Genova.  Un restauro che restituisce la memoria di dodici vite sacrificate per la causa della libertà. E' quello del cippo e del Crocefisso dedicati a Torriglia, nella località Pian dell'Orso, ai caduti partigiani Perani, Casazza, Canevari, Spano, Tripaldi, Acuto, Cavagnaro, Proglio, De Scalzo, Monachedda, Musso e Croce che, realizzato dal locale Gruppo Alpini, domenica 18 aprile alle 10 sarà inaugurato dal presidente della Provincia Alessandro Repetto con l'assessore Piero Fossati, il presidente dell'Anpi provinciale Massimo Bisca e il sindaco di Torriglia Maurizio Beltrami, con la benedizione del parroco don Piero Cassulo e la partecipazione di molti amministratori locali della vallata. I dodici uomini della Resistenza caddero il 24 agosto 1944, nella martellante offensiva nazifascista contro la Repubblica partigiana di Torriglia che introdusse i primi semi di democrazia, libertà, autogoverno e partecipazione popolare in un'Italia martoriata dalla ferocia della dittatura e della guerra: otto morirono difendendo il ponte, dove si trova il monumento, dalle incursioni tedesche e repubblichine e gli altri quattro, lo stesso giorno, furono trucidati dai nazifascisti ad Acquabianca, in un agguato teso forse con la complicità di un infiltrato, della cui esistenza, si racconta, seppero in molti, senza però poterne indicare, se non troppo vagamente, la fisionomia, e non il nome né la provenienza, e questo permise purtroppo al traditore di rimanere anonimo e di sottrarsi dopo la Liberazione al giudizio penale per i suoi crimini.