Stampa
27
Mag
2010

SESTRI LEVANTE. AL VIA L'ANDERSEN FESTIVAL

Pin It

Al via giovedì 27 maggio a Sestri Levante la tredicesima edizione dell’Andersen festival, che incrocia generi, argomenti, culture e luoghi con una formula che ha ispirato altre manifestazioni  e da cui è nato il progetto internazionale Aria, che coinvolge il Levante Ligure. Un festival che ogni anno cambia pur rimanendo lo stesso con le sezioni che ne sono cifra stilistica: le narrazioni in Baia del Silenzio, al tramonto e la sera (da venerdì, ospiti Ennio Remondino, Andrea Rivera, Moni Ovadia, Gene Gnocchi, Anthony Majanlahti, pronipote di Andersen, Iaia Forte, Alessandro Bergonzoni,  Bobo Rondelli), le performance di grande impatto, i progetti speciali, il teatro urbano e di strada.

Saranno gli oltre mille bambini delle scuole materne ed elementari di Sestri Levante a dare il via ufficialmente alla festa, sfilando per le vie cittadine giovedì alle ore 10 nel tradizionale corteo inaugurale.

Il festival entra nel vivo a partire dalle 18 con gli spettacoli degli artisti di strada nelle piazze, selezionati da Leonardo Pischedda di artificio 23, direttore artistico di questo festival che da anni ormai è prestigioso riferimento italiano nei circuiti internazionali di spettacolo per luoghi pubblici. Nel corso del tempo la figura dell'artista di strada ha acquisito valore sia per l’apprezzamento degli spettatori sia perché è riconosciuta quale elemento culturale importante e vivificante. Gli artisti presenti a Sestri Levante provengono da paesi e discipline differenti e con loro creatività, abilità, poesia e audacia regalano gioia agli spettatori e abbattono barriere culturali. Una novità di questa edizione sono le loro storie raccontate in video-interviste a cura di Claudia Franco, in streaming sui siti andersenfestival.it e ariafestival.it.

Se gli occhi sono già puntati sulle iraniane Apple Tree, che da venerdì a domenica propongono teatro di figura tradizionale rivisitato al Convento dell’Annunziata, e sulla grande performance di sabato sera dei percussionisti-artificieri francesi Commados percu, il festival propone come sempre alcune prime nazionali di compagnie e artisti di strada a rotazione più volte al giorno nelle piazze: in prima nazionale arriva giovedì dall’Inghilterra il commediante giramondo Mat Ricardo (piazza del Comune, ore 18 45), dalla Germania il mago Daniel Burley (piazza del Comune, ore 19) , da Israele il clown Edgar Roll con la sua Orchestra (piazza Bo, ore18,15) mentre venerdì in prima nazionale arrivano dalla Francia Dis bonjour a la dame (piazza del Comune, ore 19) e dal Belgio in prima nazionale gli acrobati Le Bo Trio (piazza Matteotti, ore 23)  E poi c’è Muriel Gleize, onewomanshow francese, l’italo-argentina Compagnia dromosfista, presente con gran successo lo scorso anno con la formazione al completo, ci sono  i Five Quartet Trio, in un’anteprima tra acrobatica e giocoleria (venerdì, piazza del Comune, ore 22), Sblatero con la ruota tedesca, Nando e Malia in uno  spettacolo comico e surreale, l’argentino Rolando Rondinelli che improvvisa e interagisce con gli spettatori. Costoro tutti i giorni si alterneranno  dalle ore 18 a notte nelle piazze e da venerdì è anche in programma una sezione di teatro e narrazioni per adulti e bambini al Convento dell’Annunziata, con le già citate Apple Tree e altri ospiti.

 L'Andersen festival è promosso dal Comune di Sestri Levante, progettato e prodotto da artificio 23, con la direzione artistica di Leonardo Pischedda, e ha il patrocinio e il sostegno della Regione Liguria e della Provincia di Genova, della Compagnia di San Paolo, della Fondazione Carige. Hanno contribuito all’iniziativa anche Coop Liguria, Idrotigullio-Gruppo Iride SpA, Veolia Acque, Sap, Namira Sgr s.p.a, Arinox, Banca Carige, Cemusa, Fondazione Mediaterraneo.