Stampa
02
Set
2005

I NEGOZI DEI CAMPIONI

Pin It
Giovanni De Pr‡, campione olimpionico e leggenda del Genoa, aveva un negozio di mobili in vico Falamonica e lo lasciÚ al figlio Guido. Il bomber Emanuele Catto vendeva polli nel centro storico e le pollerie Catto, ereditate dai figli, rappresentano ancora un cult. Vittorio Sardelli, il leggendario Tojo, aveva un negozio specializzato in sedie, proprio. Doveva rappresentare anche il futuro per il figlio Uccio, poi tragicamente scomparso. Il centromediano della Sampdoria Renato Bertani, aveva la berretteria Roma in via Gramsci. Il fuoriclasse argentino Juan Carlos Verdeal aveva aperto un negozio di cappelli in via San Lorenzo. Il grande Carappa, cioË Riccardo Carapellese, prima aveva aperto alla moglie Costanza una gioielleria in via Luccoli, poi con l'amico Angelo Quattro aveva gestito l'emporio Coppe e medaglie in galleria Mazzini. L'argentino Mario Sabbatella aveva rilevato un negozio di guanti in via San Luca e successivamente si era dedicato all'attivit‡ immobiliare, Paolo Morelli, grande centravanti del Genoa, si Ë dedicato alla frutta e verdura. Oggi il suo "L' ortolano" Ë in via Marsala. Paolo Pestrin, che dopo aver lasciato il Genoa aveva giocato in grandi squadre, ha sempre gestito bar, che ha poi passato al figlio Alessandro.