Stampa
21
Set
2011

Contributi per la promozione delle esportazioni: escluse le Onlus

Pin It

altNel lontano 1954, una certa sensibilità nei confronti della tutela e della valorizzazione dei prodotti italiani, portò il Legislatore ad emanare la legge 1083 "Concessione di contributi finanziari ad Istituti, Enti, Associazioni per iniziative volte a promuovere l'esportazione", che mira allo

 sviluppo delle esportazioni italiane, attraverso agevolazioni ad attività promozionali di rilievo nazionale o almenoultraregionale. Il decreto 8/8/2011, fra i vari tagli, ha ristretto la platea dei beneficiari dei contributi, escludendo le Onlus. In breve sono escluse dal contributo del 50% (elevato al 70% per le Regioni del Sud) a valere sulle spese promozionali, erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Le spese per le quali non si potrà più contare su questo contributo sono, fra le altre, la partecipazione a fiere estere, a fiere internazionali in Italia, i servizi di assistenza alle imprese che partecipano agli eventi promozionali all’estero, la pubblicità effettuata all’estero su riviste, radio e televisione e web, workshop, incontri, degustazioni, sfilate, conferenze, seminari, viaggi e soggiorni di operatori esteri in Italia, corsi di formazione professionale per operatori esteri. Possono invece presentare domanda “gli istituti, gli enti, le associazioni rappresentative del sistema produttivo e imprenditoriale, a cui partecipino imprese associate dislocate in più regioni, nonché le Camere di commercio italo - estere iscritte all’Albo di cui all’articolo 22, comma 1 della legge 29 dicembre 1993, n. 580”. Per il 2012 la domanda di contributi va inoltrata al Ministero dello Sviluppo Economico entro il 30 settembre 2011 ( LAURA BERTOZZI)

"Per pareri e quesiti potete scrivere alla dott.ssa Laura Bertozzi: labert@libero.it"