Stampa
10
Ott
2011

L'efficenza energetica e ambientale viene premiata con contributi a fondo perduto

Pin It

alt
La Liguria ha stanziato per il 2011 1 mln di euro per sostenere gli investimenti delle PMI volti al miglioramento dell’efficienza energetica e ambientale. BENEFICIARI: PMI, anche in forma cooperativa, attive presso il Registro Imprese alla

 data di presentazione della domanda, sia singole che associate. Spese ammissibili: Sono quelle sostenute, per un minimo di 7.000 euro, per le unità operativa ubicate all’interno del territorio regionale, per all’acquisizione di servizi qualificati correlati a processi di efficientamento energetico ed ambientale. Sono ammissibili le seguenti tipologie di servizi qualificati:

A. spese relative a studi di fattibilità/diagnosi energetiche  volti alla razionalizzazione ed innovazione energetica rispettivamente per strutture/attività esistenti e per strutture/attività di nuova realizzazione;
B. spese relative a studi di fattibilità volti alla razionalizzazione ed innovazione ambientale rispettivamente per strutture/attività esistenti e per strutture/attività di nuova realizzazione
C. spese relative alla certificazione ambientale dei processi produttivi e/o del marchio di qualità ambientale/ecologica:
C.1 spese di consulenza inerenti l’espletamento di tutte le procedure necessarie all’ottenimento della certificazione ambientale dei processi produttivi e del marchio di qualità ambientale/ecologica (ISO 14001, EMAS, ECOLABEL etc.);
C.2 certificazione ambientale e/o di qualità ambientale/ecologica rilasciata dall’Ente certificatore.

Gli investimenti devono essere realizzati entro 12 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione. E’ opportuno il sostenimento delle spese successivamente alla data di presentazione della domanda, ma nel caso in cui l’investimento sia già stato effettuato, pur successivamente al 1° gennaio 2009 e si abbia la possibilità di ricevere contributi in de minimis, anche per queste spese è possibile presentare domanda di contributo.

AGEVOLAZIONE
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto nella misura del 50% della spesa ammessa a contributo e comunque nel limite massimo di 30.000 euro e può essere richiesta quale esenzione da Aiuto di Stato alternativamente ex art. 36 Regolamento CE n.800/2008 (servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all’innovazione) oppure in de minimis e quindi sempre per un massimo di 200.000 euro di contributi della stessa forma. Se per esempio si richiedono 20.000 euro e sono già stati ottenuti contributi nella forma del de minimis per 190.000 nell’ultimo triennio, mentre ai sensi dell’art. 36 Reg. 800/2008 ne sono stati ricevuti solo 170.000, si richiederanno a questo titolo.

PRESENTAZIONE DOMANDE E SCADENZE
Le domande vanno presentate a decorrere dal giorno 17/10/2011 al giorno 18/11/2011. L’erogazione del contributo avverrà, in un’unica soluzione, previa presentazione della documentazione finale di spesa, entro il termine perentorio di 90 giorni dalla data ultima concessa per il completamento dell’investimento (12 mesi dal ricevimento del provvedimento di concessione).

alt

 

Per pareri e quesiti potete scrivere alla dott.ssa Laura Bertozzi: labert@libero.it