Stampa
28
Dic
2005

L'APPELLO DI PAOLO CALISSANO

Pin It
Paolo Calissano ha inviato la cartolina natalizia di auguri agli amici, con le parole tratte dalla Filosofia universale delle Comunit‡ Terapeutiche delle dipendenze:" Siamo qui perchË non esiste rifugio da noi stessi. Fino a quando una persona non confronta se stesso nel cuore e negli occhi degli altri,non ha nessun valore..."Poi nel corso di una lunga telefonata al direttore di "Novella 2000" Luciano Regolo, ha aggiunto :"Molti miei colleghi si ostinano a negare di aver fatto uso di droga,ma questo mettere la testa sotto la sabbia Ë ancora pi˘ pericoloso,per se stessi e negli altri". Poi in una sorta di appello ai giovani:"Qui (ella Comunit‡ ndr.) almeno una persona puÚ chiaramente apparire a se stssa non come il "gigante" dei suoi sogni, nË come il "nano" delle sue paure,ma come essere umano parte di un tutto,con la volont‡ di condividere con gli altri i propri scopi. Ed Ë proprio in queto terreno comune che possiamo mettere le nostre radici e crescere. Non pi˘ da soli come nella morte,ma vivi dentro di noi e verso gli altri..." Commento di Regolo:"Bravo Paolo! Anchye nel dimostrare che la sensibilit‡,se ben usata,puÚ rendere anche pi˘ forti. Di certo pi˘ ricchi nteriormente". Dalla Comunit‡ uscir‡ un altro Calissano. Parola di "Novella 2000".