Stampa
18
Set
2012

Attenti a quei 3. Solenghi, Lastrico, Paci al Teatro della Corte

Pin It

altCon Attenti a quei 3, spettacolo di cabaret di e con Tullio Solenghi, Maurizio Lastrico ed Enzo Paci, riapre giovedì 11 ottobre (ore 20,30) il Teatro della Corte dopo la pausa estiva.
Evento teatrale allestito nella settimana del Salone Nautico di Genova, Attenti a quei 3 è

in scena solo l’11 ottobre e, prodotto dallo Stabile in collaborazione con Ucina, si propone come un omaggio della comicità genovese ai visitatori del Salone e al pubblico cittadino.
Protagonisti lo scorso anno (e in tournée questa stagione) di Moscheta di Ruzante, prodotto dallo Stabile, Tullio Solenghi, Maurizio Lastrico ed Enzo Paci sono tre autori-attori che sanno coniugare la qualità della recitazione teatrale con la scintilla creativa di una comicità sempre personale.

Tre interpreti che si sono formati in tempi diversi allo Stabile di Genova. Tre modi diversi di saper intrattenere il pubblico: Tullio Solenghi con la maturità professionale acquisita in tanti anni di palcoscenico e di televisione e

con un repertorio vastissimo d’imitazioni e variazioni sul linguaggio dialettale; Maurizio Lastrico con la sua capacità di raccontare la vita quotidiana traducendola in terzine dantesche (giunta al successo a Zelig), ma anche di valorizzare le risorse comiche del dialetto genovese; Enzo Paci portando sulla scena i suoi pezzi comici che raccolgono le riflessioni e gli sfoghi, spesso ironicamente rabbiosi, di un trentenne che si accorge come nella vita abbia sbagliato sia nel rapporto con le donne, sia nella gestione delle piccole cose quotidiane.

Per Attenti a quei 3 – spettacolo fuori abbonamento in scena alla Corte solo nella serata di giovedì 11 ottobre – è previsto uno sconto del 25 per cento sul prezzo del biglietto ai nuovi abbonati al Teatro Stabile di Genova.

Info: 010/5342300 orario: ore 20,30  prezzi: 30,00 euro (1° settore), 22,00 euro (2° settore). Riduzione del 25 per cento per i nuovi abbonati al Teatro Stabile di Genova. Prenotazioni a partire da martedì 18 settembre

(Paolo Fizzarotti) su twitter @paolofizzarotti