Stampa
03
Ago
2012

Note di Notte alla Lanterna

Pin It

altOdore di basilico, lavanda, Vermentino, olive, pescato fresco, gatti d'angiporto. Tutto quello che di ligure e di tradizionale potete sentire con il vostro naso sarà tradotto dalla Rionda in musica per le vostre orecchie nel concerto d'apertura della tradizionale

stagione di concerti all'aperto alla luce della Lanterna. Cambia il titolo del cartellone, Note sotto la Lanterna, ma lo spirito resta lo stesso degli anni passati. Far scoprire ai genovesi e rivelare ai turisti il fascino discreto della passeggiata pedonale a sbalzo sul porto, che dal terminal traghetti porta alle fondamenta della Lanterna sullo scoglio del Promontorio e da qui dà accesso al parco delle mura.
La Rionda, con la voce di Laura Parodi, proporrà un programma vasto che spazia dai Perigoldini paganiniani

ai canti di Fabrizio De Andrè, passando per le filastrocche i canti d'amore, le invocazioni dei marinai dei velieri, le loro preghiere per scongiurare tempeste trombe d'aria.
Il titolo prescelto dalla Rionda è "Vendu l'argentu du ma". L'organico, oltre la cantante comprende: agli archi (violino, mandolino e mandola) Roberto Bagnasco, ai fiati (clarinetto e flauti) e alle percussioni Giuseppe Laruccia, al contrabbasso Alessandro Paolini, alla fisarmonica Claudio Rolandi, con Bagnasco e Laruccia a dar manforte alla voce solista di Laura Parodi. Questo il gruppo che si presenterà
sul palco della Lanterna, ai genovesi, domenica sera per l'apertura della rassegna Note sotto la Lanterna.
L'ingresso è libero fino all'esaurimento dei posti disponibili. In caso di pioggia, gli spettacoli -anziché nel parco si terranno presso il circolo Rum in piazzale San Benigno