Stampa
11
Ott
2019

Guida alla scelta di un servizio hosting WordPress

Pin It

wordpress

WordPress, un nome una garanzia! Stiamo parlando del software più utilizzato per la gestione di siti web, di blog aziendali e anche di altre tipologie di piattaforme digitali (per esempio, negozi virtuali). Un successo straordinario dovuto a una serie di caratteristiche specifiche, sia dal punto di vista delle funzionalità a disposizione che per la stabilità nativa del CMS. Tutto questo, senza dimenticare la straordinaria semplicità di gestione che rende WordPress utilizzabile anche dagli utenti meno esperti che possono portare avanti un progetto web senza dover conseguire per forza un master in informatica.

Dopo aver definito questo punto di partenza semantico, bisogna passare alla parte operativa: cosa fare per creare un sito WordPress?

 

Il punto base da cui non si può prescindere è acquistare (meglio se con una bassa spesa) un servizio di hosting che sia ottimizzato per il CMS in questione. In questo modo, si potranno sfruttare tutte le immense potenzialità del software, per avere la certezza di poter contare su un sito veloce e stabile.

 

Ma come si riconosce un servizio hosting WordPress di qualità? Quali sono le risorse che devono essere incluse nel piano da prendere in considerazione? A tali quesiti, che si pongono sempre prima di avviare un nuovo progetto (professionale o privato che sia), possiamo rispondere come segue.

 

Innanzitutto, un servizio di hosting ottimizzato per WordPress deve includere la registrazione del dominio (dominio, ovvero il nome attraverso il quale verrà raggiunto il sito sul web). Per lanciare un progetto che abbia un’aria originale, il mio consiglio è quello di mettere da parte le estensioni di dominio classiche (come il .com o il .it) e optare con decisione verso i nuovi gTLD, con il quale dare un’aria più originale alla tua identità online.

 

Un’altra caratteristica che deve far parte del piano hosting WordPress da acquistare, è senz’altro il quantitativo di spazio web a disposizione. Che dire poi del numero di caselle e-mail, del traffico mensile a disposizione ecc.

 

Uno degli aspetti su cui però in molti perdono il sonno, soprattutto i novizi, riguarda l’installazione di WordPress che, diciamola tutta, può essere abbastanza complessa per chi “non mastica” informatica. Nel piano hosting “dei sogni”, si ha a disposizione qualche software con cui saltare l’annoso procedimento per poter installare il CMS direttamente con 1 click! Lo strumento che permette di far questo si chiama Softaculous, che non deve mancare nel pacchetto incluso del piano WordPress.

 

Occhio poi al discorso SEO. Chi lavora con WordPress lo fa, il più delle volte, per creare contenuti. Quest’ultimi, per avere maggiori possibilità di essere letti, devono conquistare un buon posizionamento sul motore di ricerca. Si parte dall’ottimizzazione degli articoli con l’inserimento delle parole chiave, d’accordo. Potrebbe però non bastare. Bisogna “provare” a Google che il sito è veloce e funzionale. In tal senso, nel piano hosting non devono mancare risorse come il modulo PageSpeed e i dischi SSD. Entrambe le risorse concorrono notevolmente per aumentare la velocità del sito, con conseguenti vantaggi per il posizionamento.

 

Altro giro, altra corsa, altro aspetto da valutare: la sicurezza del sito! Dopo la battaglia scatenata da Google contro i siti sprovvisti di protocollo HTTPS (che su Chrome ora sono segnalati come “non sicuri”), è diventato indispensabile usufruire del Certificato SSL con il quale proteggere i dati dei visitatori con la crittografia. Questo è un altro di quegli aspetti che incide sulla decisione di Google di premiarti o meno nei risultati di ricerca.

 

Queste elencate sono le caratteristiche base che devono essere incluse nel servizio su cui andrai a costruire la tua presenza online. Ci saranno poi tante altre risorse e opzioni (possiamo citare per esempio il supporto Node.js, utilissimo per gli sviluppatori) che potenzieranno il piano che farà da base per il tuo progetto.

 

Non resta quindi che mettere le mani sul miglior hosting WordPress in circolazione, fornito da Keliweb. Un vasto pacchetto di risorse a disposizione con, aspetto da non sottovalutare, una spesa economica minima.

 

Vincenzo Abate – Keliweb SRL