Stampa
21
Set
2012

La Sardegna all'avvanguardia per la protezione ambientale

Pin It

altStamane é arrivata a Cagliari dall’Olanda la piccola unità da dimostrazione del P2P (plastic to petrol), l’impianto che trasforma le plastiche di qualsiasi tipo in carburante di ottima qualità. In giornata il primo contatto con la stampa e con le TV locali per annunciare

l’avvenimento, di domani 22 settembre,
al T HOTEL di Cagliari. A partire dalle ore 10, si potrà assistere al miracolo ideato dall’ingegnere indiano Rao Ragawendra : « da plastiche di scarto a perfetto combustibile ».
Questo il link del filmato passato nel TG di oggi 21 settembre su Videolina TV
http://www.videolina.it/video/servizi/32841/carburante-dai-rifiuti-presentata-a-cagliari-una-macchina-rivoluzionaria.html
Domani, sabato 22 settembre 2012, la presentazione ufficiale agli addetti ai lavori presso il T HOTEL - Via Dei Giudicati n. 66, - 09131 Cagliari – Tel  070 47400 - Fax 070 474016
Nell’arco di poche cli scarti di materia plastica inseriti nella "P2P" produrranno, la stessa quantità di carburante

di ottima qualità e senza zolfo, che potrà essere analizzato, per poterne convalidare ufficialmente le eccezionali caratteristiche. Con i grandi impianti P2P ad uso industriale, tutto é riciclabile, senza incenerire e senza inquinamento atmosferico (perizie asseverate in appoggio). Pneumatici usati, car fluff, materie plastiche, il tutto convertito in carburante, skin gas, koke . Procedimento estremamente redditizio che
puo’ produrre carburante "verde" da poter rivendere anche alle raffinerie, per ridurre il tasso di zolfo nel loro petrolio, evitando costosi passaggi di lavorazione. La P2P, a partire da 90° gradi comincia a produrre gas, combustibile, coke. Disponibile in varie dimensioni, da pochi kg, come quella presentata all’hotel T di
Cagliari, fino a 150 ton ed oltre. Sarebbe l'ideale anche nelle grandi navi. Non più rifiuti e bottiglie in mare o in containers maleodoranti.
Immaginate le navi da crociera, le navi militari, le portaaerei da 4500/ 6000 persone i rifiuti che riescono a produrre.
Con la P2P si ricicla tutto : imballaggi, scarti di cucina, bottiglie di plastica, addiritura deiezioni, tutto crea energia, per tutte le cabine ed i saloni e combustibile per far andare la nave ... ed in più, combustibile ed energia da vendere al rientro in porto! Il discorso vale anche per grandi complessi alberghieri, comunità, centri
residenziali, collegi, ospedali, senza parlare dei vari Comuni, ecc. chi più ne ha più ne metta. Un sogno diventato realtà.
 E' in preparazione anche un "tour" dimostrativo della P2P presso le aule di chimica delle più importanti università italiane. Il dossier verrà presentato nei prossimi giorni alle autorità regionali di competenza
per ottenere una sponsorizzazione, come avviene in altre nazioni. In inghilterra, ad esempio, dove sta sorgendo un'impianto P2P +Autoclave, presso l'Aerotermal di Poole (Plymouth), il Governo é entrato in
partecipazione con il 20%...perché non potrebbe succedere la stessa cosa i Italia?
Alle ore 10,00 la macchina sarà "alimentata". Dalle 12,30 circa inizierà la fuoriuscita di gas e verso le 14,00 colerà il combustibile. Chi desidera, preavvisando in tempo, potrà prelevare "campioni" per
eventualmente farli analizzare!